UN PIANO DIABOLIKO

UN PIANO DIABOLIKO WEB

Testo e regia di PAOLA CARENTI

In scena Giuseppe Abramo e Laura Monaco

 

Le anteprime di questo spettacolo sono andate in scena al “Centro culturale Elsa Morante”, Roma EUR, alla “Casa del Jazz” Roma Centro e alla Biblioteca Enzo tortora, Roma Testaccio.

 

A grande richiesta sarà in scena al Teatro Manhattan  di Roma a Ottobre

 

Per festeggiare i 50 anni della nascita di “Diabolik”, l’Associazione Culturale R.E.G.I.S. propone una commedia brillante scritta e diretta da Paola Carenti che vede come protagonisti gli attori Laura Monaco e Giuseppe Abramo.

 

SINOSSI

Diabolik, col passare degli anni si è impigrito. I suoi furti non sono più quelli di una volta. La sua sagoma nera nel buio non spaventa più nessuno. Il re del terrore, l’inafferrabile criminale, il genio del delitto è fortemente ingrassato e ormai riesce a rubare solo le caramelle al supermercato! Sua moglie, la bellissima Eva Kant è disperata perché, ormai, della loro vita agiata non rimane più niente. La Jaguar nera è stata venduta lasciando il posto a una vecchia bicicletta usata, le bollette a fine mese gravano sulle loro finanze e la loro vita privata, ovviamente, ne risente. Così, come in ogni famiglia che si rispetti, i due famosi personaggi stanno vivendo una forte crisi di coppia.  Riuscirà Eva Kant a far tornare Diabolik il ladro spietato e l’uomo affascinante che tutti conosciamo? Sicuramente si! Le armi delle donne sono infinite e Eva Kant decide di mettere in atto un piano diaboliKo con l’aiuto di un irresistibile, colto e raffinato re della seduzione e della truffa… Arsenio Lupin…!

 

NOTE DI REGIA

“Un piano diaboliko” è una commedia brillante e divertente nata per gioco. Ognuno di noi ha un supereroe preferito e il supereroe nel nostro immaginario è un essere superiore, un uomo invincibile, indistruttibile e chi non vorrebbe almeno per una volta trovarsi a combattere contro il male per poi uscirne (ovviamente) vincitore? Beh… soprattutto i maschietti, almeno da piccoli hanno provato l’ebrezza di indossare una simile maschera, ad esempio Superman, Batman piuttosto che Spiderman… Ebbene, questo spettacolo sposta le carte in tavola e per la prima volta è il supereroe a mettersi nei panni di uomo normale, ad entrare nella quotidianità di una persona qualunque, dell’uomo senza poteri, dell’uomo che vive la vita di ogni giorno in modo semplice.. quasi noioso… Nel nostro caso, il protagonista è Diabolik, che fortemente ingrassato si è impigrito e non ruba più come una volta, anzi, non ruba proprio più! A risolvere il problema sarà un’affascinante Eva Kant che con l’aiuto di un improbabile Lupin… no! Mi fermo! Non posso mica raccontarvi tutto la spettacolo… vi toglierei il piacere di venire a teatro a farvi due risate!!!

Diabolik Enzo Tortora